Virtualizzazione

Cos’è la Virtualizzazione

La virtualizzazione consente ad un server fisico di ospitare più macchine virtuali, condividendo le risorse del singolo server attraverso differenti ambienti.

I server virtuali e i desktop virtuali consentono di ospitare differenti sistemi operativi e applicazioni, annullando tutti i problemi delle infrastrutture fisiche e superando i limiti geografici.

Inoltre il miglior utilizzo delle risorse hardware porta ad importanti risparmi di costi sia di capitale che di energia consumata.

Aumentano anche la disponibilità delle risorse, migliora e si semplifica la gestione dei desktop, aumenta il livello di sicurezza dell’infrastruttura.
In una infrastruttura virtuale è anche possibile migliorare i processi legati al disaster recovery.

Perché passare alla Virtualizzazione

  • Standardizzazione: Il software di virtualizzazione viene eseguito su host standard basati su architetture x86 di AMD e Intel, a prescindere dal sistema operativo utilizzato.
  • Accessibilità delle risorse: La virtualizzazione abilita l’accesso a tutte le risorse dei server fisici, quali CPU, memoria, storage, rete e periferiche e persino a componenti che risiedono su server e dispositivi di rete diversi.
  • Efficienza: La possibilità di eseguire più macchine virtuali in un unico server, consente di ottimizzare il modo in cui l’hardware viene utilizzato.
  • Mobilità: Contenuta all’interno di un proprio “compartimento” software, ciascuna macchina virtuale può essere distribuita, copiata, archiviata e ripristinata con la stessa facilità di qualsiasi altro software, anche durante l’esecuzione di altri processi. Questo consente agli amministratori di sistema di mantenere la disponibilità e di ridurre al minimo le costose interruzioni operative.
  • Flessibilità: La possibilità di eseguire sistemi operativi legacy nelle macchine virtuali consente ai team dei reparti IT di continuare a supportare vecchie applicazioni missioncritical, senza dover conservare server obsoleti e lenti, con sistemi operativi proprietari o non più supportati.
  • Velocità: I reparti IT possono eseguire il test e la successiva distribuzione di nuove applicazioni senza dover allestire un server fisico specifico per ognuna di esse.

Esempi pratici di virtualizzazione VMware

  1. 1. Provisioning:

Poiché la virtualizzazione consente di consolidare più applicazioni in un unico server, è possibile azzerare i casi di sottoutilizzo della capacità di calcolo. È inoltre possibile ridurre drasticamente i tempi richiesti per lo svolgimento di attività complesse e dispendiose quali ordinazione, configurazione e provisioning dei server nella rete aziendale.

  1. 2. Distribuzione delle applicazioni

La virtualizzazione semplifica la distribuzione delle applicazioni proteggendo al contempo i sistemi in produzione. È possibile implementare le applicazioni velocemente, testandole in un’area virtuale protetta, per poi distribuirle nell’ambiente di produzione, il tutto senza necessità di configurare un nuovo server fisico. I nuovi servizi IT potranno quindi essere resi disponibili agli utenti più velocemente, con una gestione dei rischi nettamente migliore.

  1. 3. Mobilità dei dati

Uno dei vantaggi chiave della virtualizzazione è la possibilità di sfruttare automaticamente le risorse disponibili in altre zone della rete. Ciò consente all’azienda di conseguire notevoli risparmi sul tempo dedicato al monitoraggio delle applicazioni e di sfruttare le risorse di rete a rescindere dalla loro ubicazione fisica, ottimizzando la capacità totale dell’intera rete.

Disaster Recovery

 

Schema di Rete Virtualizzato

 

virtual